Turisti Industria Turisti Organizzazioni Mass Media Stati
 
Cooperazione
Convenzione ONU
Giurisdizione Extr.
Altri
Iniziative
Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia

 

Una delle più importanti pietre miliari nella lotta contro lo sfruttamento dei bambini di qualsivoglia tipo e natura è stata l’approvazione nel 1989 della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia, il cui Articolo 34 precisa quanto segue:

 

“Gli Stati parti si impegnano a proteggere il fanciullo contro ogni forma di sfruttamento sessuale e di violenza sessuale. A tal fine, gli Stati adottano in particolare ogni adeguata misura a livello nazionale, bilaterale e multilaterale per impedire:

(a) che dei fanciulli siano incitati o costretti a dedicarsi ad una attività sessuale illegale;

(b) che dei fanciulli siano sfruttati a fini di prostituzione o di altre pratiche sessuali illegali;

(c) che dei fanciulli siano sfruttati ai fini della produzione di spettacoli o di materiale a carattere pornografico”.

 

Ad oggi, solo due degli stati membri dell’ONU hanno ratificato la Convenzione sui diritti dell’infanzia; per quanto riguarda la storia delle singole ratificazioni, consultare la sezione mete turistiche.

 

Le Nazioni Unite incoraggiano gli stati membri a sviluppare piani d’azione nazionali per promuovere il benessere dei bambini ai sensi di quanto precisato nella Convenzione. L’implementazione di questi piani viene poi monitorata dal Comitato dell’ONU per i Diritti del Fanciullo, che impone agli stati di presentare regolarmente dei Report Nazionali; inoltre, se ne occupano alcune ONG quali Terre des Hommes, Defence for Children International, Save the Children o ECPAT, che offrono un modello di Piano d’azione nazionale come utile risorsa.

 


  Downloads (scaricare)
  Mapa del sito
  Contatti
  Stampare
  Print