Turisti Industria Turisti Organizzazioni Mass Media Stati
 
Mete turistiche
Europa
America
Brasile
Costa Rica
Cuba
Ecuador
Giamaica
Guatemala
Nicaragua
Rep. Dom.
Venzuela
Africa
Asia
Viaggiare in modo responsabile
Nicaragua





INFORMAZIONI GENERALI

Superficie

129.494 kmq

Popolazione

5,8 milioni (2008)

Capitale

Managua (990.417 di abitanti 2006)

Lingue ufficiali

Spagnolo (altre lingue: Miskito 1,7%)

PIL pro capite (PPP)

US$ 3200 (2007)

Crescita annua della popolazione

1,8% (2008)

Aspettativa di vita

71,2 anni (uomini: 69,1 anni, donne: 73,4 anni) (2008)

Mortalità infantile

25,9 per 1000 nati vivi (2008)

Tasso di analfabetismo

22,5 % (2003)

 

 


META TURISTICA: NICARAGUA

Turismo

Il turismo continua a rivestire un ruolo minore in Nicaragua, contando per il 5.5% del prodotto nazionale lordo. La maggioranza dei 500 000 turisti annuali arriva da Stati Uniti e Canada, seguiti da Germania, Spagna ed Italia. La maggior parte sono turisti individuali, ambientali e culturali. Tuttavia, la crescita del turismo conduce all’aumento dei prezzi interni, alla distruzione del paesaggio ed allo squilibrio ecologico. Un’ulteriore conseguenza in certe zone è la crescita della prostituzione, che include anche lo sfruttamento sessuale dei bambini. Gli stranieri sono sempre considerati ricchi. Alla luce della povertà del paese, viene presupposto che i desideri dei turisti devono essere soddisfatti, perché essi hanno il denaro.

 

Sfruttamento sessuale dei bambini nel turismo

Non vengono tenute statistiche sul turismo sessuale, ma esso è chiaramente aumentato negli ultimi quattro anni – in parallelo alla crescita del numero di turisti ed al peggioramento della situazione economica. La reale estensione di questo sembra essere stata sottostimata dal governo. Attualmente, né il traffico di minori né l’abuso sessuale sono adeguatamente considerati dalla legislazione. C’è un “Codice dell’infanzia e dell’adolescenza”, che include chiare enunciazioni contro l’abuso ed il maltrattamento sessuale, ma senza precisare le condanne per le trasgressioni.

 

Il 6 Febbraio 1990, il Nicaragua ha ratificato la Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti del Bambino e si è impegnato a proteggere i bambini contro tutte le forme di sfruttamento sessuale ed abuso sessuale.

 

Chiunque osservasse un caso di abuso dovrebbe riferirlo all’operatore turistico, alla guida turistica e/o al direttore dell’albergo. Anche la polizia, le ambasciate e le organizzazioni non governative seguono i casi loro segnalati.

 

HIV/Aids

Secondo le stime, nel 2003 sono state contagiate da HIV e AIDS 6.400 adulti e bambini con 500 decessi correlati.


 

Contatti locali

 

 

Terre des hommes - Oficina Regional Centroamérica

Ms. Ellen Krumstroh

Edificio CICUTEC

Costado Oeste del Parque El Carmen, Apartado Postal 971

Managua, Nicaragua

Phone/Fax: +505-2-2686019

Email: tdh-A@guegue.com.ni

 

Casa Alianza

Del Estadio Nacional

3 cuadras al norte, 1 cuadra arriba.

Detrás del Ministerio del Trabajo,

en la dupla norte

Managua, Nicaragua

Phone: +505 228 6771

Fax: +505 250 5433

Email: nicaragua@casaalianza.org.ni

 


POLITICA ED ECONOMIA

Stato e società

Il Nicaragua è il paese più grande dell’America Centrale. Fin dalla sua indipendenza nel 1821, è stato una repubblica governata da un presidente, un vice-presidente ed un consiglio dei ministri. L’Assemblea Nazionale è formata da 92 membri, eletti direttamente, come il presidente, per un periodo di 6 anni. Chiunque sia maggiore di 16 anni ha titolo per votare. I fondamenti della costituzione formulata nel 1987 e l’ultima revisione del 2000 garantiscono la libertà dell’individuo, il diritto all’istruzione ed all’abitazione e parità di diritti per le donne.

  

Più dell’80% dei Nicaraguegni è Cattolico Romano, il 20% è membro di comunità più piccole di Protestanti od altre religioni. Non c’è religione di stato e la costituzione del Nicaragua garantisce la libertà di culto.

L’85% della popolazione è bianca e mestizos, il 10% Creola, il 5% di gruppi indigeni (Sumu, Miskito, Ramaquie). Piú della metá della popolazione vive al di sotto della soglia della povertá.

 

In Nicaragua la famiglia allargata riveste un ruolo maggiore sulla vita dell’individuo ed influenza molte decisioni personali. Frequentemente una famiglia vive con genitori, zie, zii e cugini sotto lo stesso tetto.

 

C’è la scuola obbligatoria e vengono forniti 6 anni di istruzione gratuita. Quasi tutti i bambini frequentano la scuola elementare, ma solo metà di essi prosegue per finire la scuola con qualche qualifica.

 

Economia

Il Nicaragua dipende in larga misura dall’aiuto estero. Secondo uno studio internazionale pubblicato nel Luglio 1997, il Nicaragua è di gran lunga il paese più povero dell’America Centrale. L’uragano Mitch nel 1998 ha peggiorato questa situazione. Circa il 50% (1999) della popolazione vive sotto la soglia della povertà.

 

L’agricoltura è il più importante settore dell’economia e sta crescendo d’importanza. Tuttavia, ciò sta aumentando l’impatto ambientale. Il Nicaragua è uno dei paesi guida nella produzione di carne bovina in America Centrale. Le esportazioni principali sono caffè, zucchero, frutti di mare e crostacei, banane, carne e cotone, soprattutto negli Stati Uniti ed in Germania. Nel compartimento industriale il settore produttivo è il più rilevante (bevande, derrate alimentari, tabacco, cemento, prodotti chimici, prodotti petroliferi). Ci sono anche importanti depositi minerari d’oro.

 


  Downloads (scaricare)
  Mapa del sito
  Contatti
  Stampare
  Print